Crea sito

Fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario.

fuga di tre giorni sulle coste dell'argentario
Fuga di 3 giorni sulle coste dell'argentario

Nonostante il difficile periodo in cui stiamo vivendo, viaggiare è possibile..si perchè con la mente possiamo andare dove vogliamo! Per questo, attraverso il mio racconto, torneremo un pò indietro nel tempo. Ci immergeremo nella fuga di 3 giorni sulle coste dell’Argentario, con Francesco la scorsa estate.Spero possa essere utile e d’ispirazione per quando potremmo tornare a viaggiare.

Era il mese di Agosto, avevamo solo pochi giorni per evadere e quindi, non potendoci allontanare troppo, dovo varie ricerche deciso di visitare ile coste del promontorio dell’Argentario. Abbiamo pernottato presso L’Hotel ristorante Vecchia Maremma (https://bit.ly/2JGcHgK ), ad Orbetello, che è in un punto strategico per vedere le spiagge più belle dell’Argentario. A causa del poco tempo a disposizione, con una mappa alla mano, avevamo pianificato in anticipo i luoghi da visitare. La prima tappa decisa e visitata è stata La Spiaggia Lunga.

Viaggi in Italia
Spiaggia Lunga

La sveglia suona di prima mattina, dopo una super colazione ci avviamo verso la spiaggia che si trova tra Porto ercole/Grosseto. Per arrivarci si deve percorrere un sentiero, a tratti anche ripido. La spiaggia è con piccoli ciottoli e volendo si può noleggiare sdraio e ombrellone, ma è totalmente libera non vi è nemmeno un piccolo bar, quindi conviene premunirsi prima se non si vuole dover tornare su per mangiare. Noi prima di arrivare abbiamo fatto un pit-stop per prendere il pranzo, così da poterci godere la giornata senza dover fare su e giù.

Nonostante io abiti in una città di mare e ami il mare, non prediligo le vacanze che comprendono soltanto spiaggia e tintarella, per un semplice motivo: io voglio muovermi! Rimanere un intera giornata sdraiata mi annoia un sacco, così ci organizziamo sempre con i materassini, delle letture interessanti, giochiamo a racchettoni e facciamo delle lunghe passeggiate. Trascorriamo così, nel relax, la prima giornata sulla spiaggia.

La sera decidiamo di andare a cena a Porto Santo Stefano e dopo un aperitivo vista molo, prenotiamo alla Trattoria dai Frati (https://bit.ly/3aLhNnS). Questa trattoria ha una bellissima terrazza esterna che affaccia sul porto, peccato che era tutto pieno all’esterno, ma il locale dentro è molto carino. Dopo aver gustato una buonissima cena a base di carne, abbiamo visto il Forte, concludendo la nostra serata girellando per l’animata banchina coccolati dalla brezza estiva.

Fuga di 3 giorni sulle coste dell'argentario
Porto Santo Stefano by night

Il secondo giorno dedichiamo la mattina e il pomeriggio in una spiaggia vicino al nostro hotel. Intorno alle 17, andiamo verso Cala del Gesso, volevamo vedere il tramonto, così acquistiamo qualche stuzzichino e ci dirigiamo verso questa bellissima caletta. La discesa è abbastanza tosta, ma vale assolutamente la pena andarci!!! Lo spettacolo è davvero surreale: una caletta completamente selvaggia. Dopo poco tempo il cielo si è tinto di rosso, poi rosa, regalandoci uno spettacolo da fiaba. All’interno di questa cornice magica abbiamo fatto il bagno. Uno spettacolo della natura che ha ripagato ampiamente tutta la fatica fatta per raggiungerla.

La sera abbiamo deciso di mangiare ad Orbetello, presso Alicina Hosteria, il locale è molto carino, peccato però che la maggior parte dei piatti è arrivato freddo e il conto è stato decisamente eccessivo.

L’ultimo giorno lo dedichiamo a La Cacciarella. Questa caletta dal mare cristallino e di un turchese cielo, si trova tra due dirupi che fanno da barriera naturale contro il vento. Arrivarci non è semplice, avrete da camminare per un ripido sentiero, inoltre vi consiglio di arrivare presto perchè è davvero piccola e rischiate di fare la discesa e non trovare posto. Passiamo la mattina e metà pomeriggio qui tra tuffi e snorkeling, godendoci il sole battente e questa caratteristica caletta.

Dopo una giornata al mare torniamo alla nostra macchina. Passiamo le ultime ore della giornata per Porto Santo Stefano, godendoci l’ultimo gelato di questa fuga di 3 giorni sulle coste dell’argentario.

A questo link trovi gli altri racconti di viaggio in giro per il mondo https://www.invaligiaconarianna.it/splendido-mynamar-trovata-una-buona-offerta/

2 Comments

  1. Giada
    11 Aprile 2020 / 11:12

    Viaggiare si può, anche con la mente!
    Grazie per avermi portato lontano con questo tuo racconto!
    Prenderò spunto per la prossima fuga vicino casa!

    • arianna
      11 Aprile 2020 / 15:40

      Grazie a te❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.