Crea sito

Stirling: Cosa vedere in un giorno nella città storica

Stirling: Cosa vedere in un giorno nella città storica

Stirling è una vivace cittadina a circa 1 ora di auto da Edimburgo.

Appena si arriva, è impossibile non rimanere ammaliati dal suo elegante Castello, e dal National Wallace Monument che dall’alto domina tutta la città.

Questa cittadina è stata la prima tappa del nostro road trip (se ti sei perso l’itinerario lo trovi qui Scozia on the road Itinerario da Edimburgo a Skye).

Siamo arrivati la mattina quando la città era ancora avvolta dalla nebbia e passeggiando per le mulattiere, ci è sembrato di tornare indietro nel tempo.

Cittadina con mulattiere e alberi
Mulattiere per le vie di Stirling

Il silenzio regnava con il suo mantello invisibile e i corvi gracchiavano dall’alto degli alberi.

Essendo gli unici turisti per le strade abbiamo goduto di quel momento in totale tranquillità. Abbiamo parcheggiato l’auto su Upper Castlehill, distante 10 minuti a piedi dal Castello di Stirling.

Prima di dedicarci alla visita della città, abbiamo gustato una buonissima colazione da Old Town coffe house https://bit.ly/2YTWBrH. Ve lo consiglio sia per la cura dei dettagli del locale, ma sopratutto per la varietà di scelta sia per colazione che per pranzo.

Stirling : cosa vedere

Ma adesso parliamo di cose serie: cosa vedere a Stirling in un giorno?

Stirling Castle: Questo castello è uno dei più grandi della Scozia. Non solo a livello storico ma anche architettonico. Da qualche anno è il quartier generale dell’Argyll and Southerland Higlanders. Il castello domina tutta la città, ed è stato costruito in cima ad una collina che alla vista lo rende imponente. Purtroppo non siamo entrati perché la prenotazione era online e non abbiamo avuto il tempo. Ma merita sicuramente una visita che potete prenotare qui https://www.stirlingcastle.scot/visit/tickets/

Uscendo dalla via del castello girate a destra e vi troverete davanti al:

Curch of the Holy Rude: Potrà sembrare macabro lo so, ma la cosa più suggestiva ed interessante è proprio il cimitero. Si perché oltre ad essere molto antico, le lapidi sono anche nella parte alta della collina creando uno scenario molto particolare. Nei blog che ho letto, prima di partire, avevo notato questa inclinazione alla ricerca dei “cimiteri”.

Cimitero con prato verde e lapidi in marmo
Church of The Holy Rude Stirling

Adesso ho capito il perché, e vi invito a fare un salto in uno dei tanti che troverete in tutta la Scozia. Capirete da soli cosa intendo.

Cimitero con prato verde visto dall'alto
Church of The Holy Rude Stirling

Dopo aver visto il cimitero tornate sulla strada da dove siete venuti e giratevi sulla destra, pochi passi e troverete:

Old Town Jail: Inizialmente pensavamo fosse su prenotazione anche questo edificio, ma invece con nostra sorpresa non era cosi. Incuriositi dalle recensioni della Lonely Planet, abbiamo deciso di visitarlo.

Tra l’altro dalla cima della torre si gode di una vista eccezionale su tutta la città.

Vista dalla torre

Visitare questa prigione vi porterà via circa 1 ora. Prima di entrare, vi sarà consegnata una audio guida che vi accompagnerà per tutta la visita.

Una volta vista la prigione abbiamo preso l’auto e siamo andati in direzione:

National Wallace Monument : Ingresso gratuito e il percorso da fare in salita nel bosco è di circa 20/25 minuti. è un percorso facile, con tanti punti panoramici.

Statua circondata da alberi
National Wallace Monument

Il monumento in onore di Wallace https://it.wikipedia.org/wiki/William_Wallace, è una grande torre che ricorda molto quelle viste in Game Of Trones. è caratterizzata da pinnacoli nel suo perimetro più alto. Una statua di Wallace è situata ad un angolo esterno della torre, aguzzate gli occhi per trovarla!

Ragazza che guarda statua
National Wallace Monument

Attualmente il suo interno è in manutenzione e quindi non visitabile, però il viaggio vale assolutamente.

Old Town Jail: La storia

La prigione è suddivisa in celle, in ognuna viene raccontato come erano raggruppati i detenuti, le punizioni e quali erano le condizioni di vita. Ben lontano dagli standard di oggi, la prigione di Stirling nel 1839 si aggiudicò il riconoscimento di peggiore della Gran Bretagna.

stanza con amaca tavolo neo e piccola finestra
Old Town Jail

Solo nel diciannovesimo secolo si arrivò alla decisione di cambiare il sistema di prigionia. Le qualità di igiene erano praticamente inesistenti, e i detenuti dovevano subire punizioni pubbliche in base al tipo di crimine commesso.

Seguendo il modello di Thomas Brebner, convinto che i detenuti potessero essere socialmente riabilitati, fu commissionata una Nuova Prigione detentiva. Nonostante le innumerevoli proteste del giornale locale, che predicava che ” I CRIMINALI HANNO BISOGNO DI UNA PUNIZIONE E NON UNA PENITENZA”, alle 4 del mattino dell’11 novembre del 1847 i detenuti furono spostati nelle Nuova Prigione della Contea.

Qui i prigionieri avrebbe mangiato, dormito e lavorato. Non erano permessi effetti personali e nemmeno nomi ( se il detenuto era nella cella 7 automaticamente diventava il prigioniero 7).

testo su muro in inglese

Ma nella nuova prigione si insegnava a lavorare e leggere ai prigionieri. In questo modo si garantiva un’istruzione, la possibilità di imparare un lavoro manuale e del denaro per iniziare una nuova vita.

Ovvio sempre una prigione rimaneva, ma sicuramente il cambiamento di qualità di vita al suo interno fù sentito dai prigionieri.

chiesa con campanile blu
Chiesa

Dopo essere rimasti incantati da Edimburgo, Stirling ci ha piacevolmente sorpreso perché sembra un luogo rimasto sospeso nel tempo. Oltre ad avere le vie intrinse di storia, nel suo centro cittadino si trovano locali e centri commerciali senza togliere però i fascino alla città.

In un itinerario della Scozia la ritengo una tappa imperdibile.

Se sei curioso di scoprire le altre tappe rimani conness e seguimi sui miei canali social https://www.instagram.com/invaligiaconarianna/ https://www.facebook.com/In-Valigia-Con-Arianna-103531601426826

Per qualsiasi domanda puoi lasciarmi un commento qui sotto, ti risponderò al più presto.

Per gli altri articoli Scozia on the road Itinerario da Edimburgo a Skye

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.