Crea sito

Cambiare vita: la storia di Manuela expat in Messico

ragazza sorridente che esce dal camper

Le storie di coraggio dei viaggiatori che hanno deciso di cambiare vita ripartono con la storia di Manuela, su Instagram Manulust, che al momento è expat in Messico.

Di Manu mi ha colpito subito l’entusiasmo. Una ragazza solare, con tanta grinta da vendere e un’anima libera.

Ammetto che durante la nostra chiacchierata non sono mancati momenti in cui ci siamo aperte raccontandoci dettagli delle nostre vite, e si è scesa anche qualche lacrima.

La sua è una storia di coraggio che l’ha portata a lasciare un lavoro a tempo indeterminato, incamminarsi per le strade del mondo e cambiare la propria vita.

Ciao Manuela e grazie per aver deciso di partecipare a questa intervista. Prima di conoscere il perché della tua scelta voglio chiederti: chi è Manuela?

Questa è una domanda sempre difficile, mi definisco tante cose, ma soprattutto una sognatrice. Ho viaggiato tanto sin da piccola, per il lavoro dei miei genitori, ed ho imparato subito tante lingue.

Ho scelto le scuole con indirizzo linguistico per non dimenticarle.

Prima di partire ho lavorato per anni di McDonald’s in cui all’interno ho fatto anche carriera.

Io sono un carattere molto socievole e sempre sorridente.

Con il tempo mi ero spenta, ogni mattina mi svegliavo e piangevo all’idea di dover andare a lavorare lì dentro, stavo andando in depressione. Sapevo che quel lavoro mi stava mangiando dentro e che dovevo cambiare vita.


Come mai hai deciso di trasferirti in Messico?

Qua viveva già il mio attuale ragazzo. Lui vive in Messico da quattordici anni.

Vorrei però fare una premessa: io amo tantissimo il mio ragazzo, ma a prescindere da lui io sarei partita lo stesso perché viaggiare è il mio sogno.

cambiare vita ragazza con costume rosso che passeggia sulla spiaggia
Puerto Escondido

Prima del Messico ho girato l’Asia, Indonesia e le Filippine. La verità è che ho sempre saputo che la vita non si poteva limitare solo al lavoro, le bollette, pagare l’affitto poi, se riesco, vado a mangiare fuori. Sapevo che la vita non è solo questo, però non avevo il coraggio di intraprendere la mia strada.

Che cosa ti ha portato quindi alla consapevolezza di prendere la decisione per cambiare vita?

Devo ringraziare in parte la sorella del mio ragazzo. Non solo per avermi fatto conoscere lui, ma anche per avermi aperto gli orizzonti. Anche lei vive in Messico. Però nel 2016 è venuta in Italia per fare la stagione estiva. Io al tempo lavoravo sempre da McDonald e la sentivo sempre parlare di questo Messico. Ci spiegava che gli affitti sono molto bassi, che le regole sul lavoro non sono così complicate come qui…

Ci spiegava che là fuori c’è un altra vita, che cambiare vita è possibile.

Mi ci sono sono voluti altri due anni prima che lo facessi, perché io stavo aspettando un’altra persona.

A quel tempo convivevo, e la mia ragazza mi continuava a dire “mi laureo e dopo partiamo”. Io aspettavo, ma dobbiamo renderci conto che anche se abbiamo una persona accanto dovremmo pensare prima di tutto a noi stessi, non siamo la metà di qualcosa noi siamo già una mela intera.

Quando la mia storia si è frantumata, si sono stata male, però per me è stato veramente una fortuna perché mi ha dato la forza di guardarmi dentro e capire cosa stavo facendo.

Una volta che hai dato le dimissioni e hai deciso di partire da dove hai iniziato?

Il 14 novembre 2018 siamo partiti per la Malesia, Sumatra, Indonesia e Filippine.

Cambiare vita ragazza con pantaloncini corti e top amaranto che sorride cin statua dietro
Malesia

Siamo partiti in 3. Io, il mio ragazzo (a quel tempo però eravamo solo amici) e un suo amico Messicano. Doveva esserci anche sua sorella, ma poi alla fine non è venuta quindi mi sono ritrovata con questi due ragazzi a convivere h24.

Sono poi rientrata in Italia e sono partita per il Messico a febbraio del 2019. Dopo siamo stati in Canada, dove abbiamo raccolto ciliegie. Siamo tornati in Italia, è successo il putiferio Covid e i nostri voli per il Messico sono stati cancellati.

Così fatto degli on the road Italiani, fino a ottobre 2020 quando siamo tornati qua.

Vedi il Messico come destinazione finale?

Io a Maggio devo tornare in Italia perché ci dovrebbe essere la comunione della mia sorellina. Ho voglia di rivedere i miei genitori e la mia famiglia. Però vorrei continuare a viaggiare (covid permettendo).

L’idea è quella di fare le stagioni estive e dopo riprendere a viaggiare. Ci piacerebbe visitare il Sud America o andare negli States.

State camperizzando il vostro van quindi immagino partirete per un on the road?

Esatto. Vorremo visitare il Messico in van, che poi adesso visto la situazione è uno dei metodi migliori per non stare a contatto con altre persone.

Parliamo invece di sicurezza: trovi molta differenza rispetto all’Italia?

Credo che come per ogni luogo prima di tutto ci voglia buon senso.

Purtroppo la società ci instaura paure verso tutto quello che è diverso da noi. Io vivo qua con il mio ragazzo che è biondo con gli occhi azzurri e sicuramente non viene scambiato per un Messicano, eppure non abbiamo mai avuto nessun tipo di problema. Ne qui ne in Asia. Spesso le paure sono soltanto nella nostra mente.

cambiare vita ragazza sorridente davanti a grande albero
El tule Oaxaca


Poi è ovvio, se sai che in alcune zone non devi andarci o che puoi entrare solo con dei local perché devi andare a cercartela? In Italia ci sono moltissime città che hanno quartieri molto pericolosi, eppure è vista come una cosa normale.

Quali consapevolezze sono nate dentro di te dopo questi anni in viaggio? Che differenza c’è dalla Manuela che è partita nel 2018 e ha deciso di cambiare vita alla Manuela del 2020?

Cambiare vita sicuramente mi ha avvicinato tantissimo alla natura. Mi ha fatto capire che la nostra vita è un privilegio e che dobbiamo ringraziare madre natura per tutto quello che c’è di bello nel Mondo.

Ho imparato il significato di minimalismo.Quando ti ritrovi ad avere tutto all’interno di uno zaino capisci quanto sia importante avere solo il necessario. Quando sono tornata in Italia lo scorso anno ho regalato tantissimi vestiti, e quest’anno farò lo stesso.

Ho capito che le cose importanti sono altre e dobbiamo vivere e goderci il presente.

LA VITA è ADESSO.

cambiare vita ragazza che guarda le cascate
Niagara Fallas

Nel senso va bene progettare per il futuro, però il 2020 ci ha insegnato che troppo non puoi fare. Quindi vivere il momento è importante perché ogni giorno tutto può cambiare. Abbiate il coraggio di mettervi in gioco. Non si può mai sapere cosa ci riserva il domani. Non abbiate paura delle differenze perché spesso sono quelle che vi regaleranno la ricchezza più grande.

Questo è quello che posso dire perché quello che è successo a me. Sono grata a me stessa sono fiera di me per essere stata coraggiosa e aver deciso di cambiare la mia vita, e tornassi indietro, lo rifarei mille volte.

Vorrei lanciare un messaggio a tutte le persone che desiderano cambiare la propria vita: amate la persona che vi sta accanto, ma fate in modo che non sia un’ ostacolo. Abbiate il coraggio di essere sinceri e dire quello che pensate, a volte è semplicemente parlando che si riescono a trovare le soluzioni. Non abbiate paura di esprimere i vostri desideri ad alta voce. Questo vale in amore così come in amicizia.

Lasciate andare e imparate ad andare.

Ti ringrazio Manu per esserti raccontata. La tua storia, sono sicura, potrà essere di grande aiuto per tutte quelle persone che si sentono bloccate e spaventate dall’idea di lasciare le proprie sicurezze e provare ad inseguire i propri sogni.

Farlo è possibile. Dobbiamo soltanto avere CORAGGIO.

cambiare vita 
Ragazza con cappello sorridente difronte a delle terrazze di riso
Rice Terrace

Per seguire Manu nel suo viaggio in Messico

Se questa intervista ti è piaciuta lascia un commento o condividila sui social

Per leggere altre interviste della rubrica freedom

  

arianna
arianna

Find me on: Instagram | Facebook